Spenden
Home Impressum
           
Comunità
Enciclica
Madonna di Pompei
Madonna di Pompei-18
Ufficio
Team / Pastorale
Sr. Nunzia lascia Aalen
SCUOLA
Pfr.Charles Unaeze
Pfr. Wolfgang Sedlmeier
Appuntamenti / Calendario
Viaggi e Pellegrinaggi
Festa di beneficenza
Immacolata 2013
50 anni di presenza italiana in Aalen
50° Anniversario
1-novembre
Festa della mamma 2015
Carnevale 2018
Immacolata 2018
Festa di Natale 2018
Presepe 2016
Triduo Pasquale-2017
Grigliata 2015
Grigliata-2018
Consiglio Pastorale
Elezioni Consiglio 2015
Informazioni varie
Gruppi
Eventi
 
 
 
 
 

                            50° ANNIVERSARIO

               della chiesa cattolica italiana in Aalen



 

Domenica 15 novembre, ore 12.00 si celebra la

S. Messa per commemorare il

50° anniversario

della chiesa cattolica italiana nell'Ost Württemberg, con le zone; Aalen, Schwäbisch Gmünd, Heidenheim e Giengen.

Nella cerimonia, tenutasi nella Salvatorkirche, presieduta da don Luigi e con la partecipazione del Domkapitular Hildebrant, del Decano Pfr. Angstenberg, da don Richard, don Charles e don Giuseppe.

davanti a quasi trecento persone, provenienti da tutte le zone delle Missione,

e dagli invitati locali tra cui il sindaco di Aalen Thilo Rentschler, oltre la Liturgia della domenica veniva ricordata la lunga strada della "Missione" verso la "Comunità".

Durante l'offertorio si è fatta una raccolta di viveri per la "Aalener Tafel".

Alla fine della S. Messa il saluto del Vescovo per mezzo del Domkapitular Hildebrant e il saluto e le considerazioni politiche dell'Oberbürgemeister Rentschler.

Quindi si passava nella Salvatorheim dove era pronto il pranzo, "alla schwäbisch".

Le persone erano tante ma con un pò di pazienza tutti hanno avuto il loro pranzo, dolce e caffè.

Il programma veniva aperto da don Luigi con una dettagliata descrizione di questi 50 anni,

partendo da don Allari e don Mutti negli anni 50 arrivando a 1965 dove il tempo era maturo per la fondazione della "Missione Cattolica Italiana", da parte del Vescovo Dr. Carl Josef Leiprecht, con sede in Aalen e comprendeva le zone di Schwäbisch Gmünd, Heidenheim e Giengen.Questa era l' era di don Otello Gentilini, egli resterà alla guida della Missione fino al 1981. Nel 1969 viene inaugurata la "Casa d'italia", che diventerà, fino alla sua demolizione, il centro religioso e culturale della Missione. Con l'entrata in scena di don Luigi si moltiplicano il numero dei gruppi in tutte le zone, si portano a termine diversi corsi

di formazione professionale e di scuola media.

Nel 1991 arriva don Antonio, con lui si intraprendono molte attività di beneficenza,

quale l'adozione di diversi bambini in Africa.

Dopo la partenza di don Antonio la sede rimane quasi vacante, ma cosa più grave nel 2002

viene demolita la Casa d'Italia, seguiranno anni difficili in cui molti fedeli

non vedendo una certa continuità abbandonano la loro fede.

Dopo la Casa d'Italia, viene messa a disposizione S. Agostino, poi Heilig Kreuz, la nostra attuale sede. Nel 2005 la "Missione" diventa "Comunità" affiliata alla parrocchia tedesca di Salvator, il nome : "Comunità Cattolica Italiana Maria SS. Immacolata" Aalen.

Nel 2006 arriva sr. Nunzia Daniele, Gemeindereferentin, nel 2006 la comunità si rafforza con padre Kenneth, il futuro diventa più promettente.

A padre Kenneth segue nel 2012 don Charles.

La festa continua con diversi balletti folkloristici, canti, una carrellata fotografica, c`´e anche una poesia e il saluto "caramellato" del nostro Decano Pfr. Angstenberger.

Ecco alcune immagini.............

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 SECONDO  GIORNO--SECONDO  GIORNO--SECONDO  GIORNO

 

Il 13.12.2015, seconda festa per il 50° anniversario della chiesa cattolica nell' ostwürttemberg con l'aggiunta della festa di Natale.

Questa volta la festa è stata insieme alla comunità tedesca di Salvator, la nostra "Belegenheitsgemeinde".

Dopo la S. Messa, dove il Cav. Sambucco Giovanni ha illustrato la problematica dei primi anni della nostra immigrazione, ci si ritrovava nella Salvatorheim per un pranzo spartano ma ottimo.

Dopo di chè si parte con il programma, balletto, canti e foto.

Verso le 16.00 del pomeriggio via con la festa di Natale con canti e soprattutto l'intervento della maestra sign.ra Ferlinghetti con i bambini della scuola di lingua e cultura italiana.

(Ricordiamo che il corso è gratuito, per informazioni rivolgersi all'ufficio della comunità).

Infine giungeva Babbo Natale che con i suoi regalini ha fatto felice tutti i bambini presenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 


 
Notizie e curiosità

*Providence *Healthcare Project
*Don Carlo Unaeze *Opera

LA SINDONE
Schwäbisch Gmünd
Kulturküche

Aktion Hoffnung 2017


 



 
Verfasst von: maria immacolata
Letzte ?nderung:
18.01.2016 :: 22:26 Uhr
durch: maria immacolata
(Rocco)